La 25a Ora secondo Spike Lee

di 31 Oct 2011 in Film Drammatico

La 25a Ora secondo Spike Lee

Il mese scorso è caduto il decimo anniversario dal crollo delle Torri Gemelle, tragico evento epocale che aprì gli occhi delle grandi potenze su una nuova realtà fatta di debolezze, illusioni infrante, nemici invisibili e odio, non più invidia.

Una presa di coscienza in negativo che ha turbato gli Stati Uniti come tutto il mondo Occidentale e inciso pesantemente anche sulle produzioni artistiche post 11 Settembre.
C’è voluto del tempo affinchè un regista trovasse la lucidità e il coraggio di girare un film sul disastro delle Torri: ci pensò nel 2004 Michael Moore con il suo pungente Fahrenheit 9/11, mentre nel 2006 ricordiamo World Trade Center di Oliver Stone, e nello stesso anno United 93 girato da Paul Greengrass.
 
Tuttavia soltanto un anno dopo la famosa data uscì nelle sale La 25a ora del regista Spike Lee, autore noto per le sue tematiche fortemente politiche e sociali.
Un’opera non incentrata sull’attentato terroristico eppure profondamente influenzata dai tragici eventi.
Tratto dal romanzo omonimo di David Benioff ci racconta l’ultima giornata di libertà dello spacciatore Monty Brogan, interpretato da un superbo Edward Norton.
 
Arrestato a causa di una soffiata il giovane antieroe quasi pentito della vita che ha scelto dovrà scontare una pena di sette anni.
Chi l’ha tradito? E come ha fatto a rovinare tutto poco prima di ritirarsi dalla vita criminosa?
Questi sono gli interrogativi che assillano Monty nelle sue ultime ore di libertà, e i primi sospetti ricadono sulla sua ragazza, la bella e giovane portoricana Naturelle – interpretata da Rosario Dawson.
Cercherà di sciogliere questi dubbi e di chiudere i conti col passato per evitare di coinvolgere nei suoi loschi affari l’onesto padre – Brian Cox – pompiere in pensione col suo locale tappezzato di foto dei Vigili Eroi dell’11 Settembre.
Intanto rivedrà i suoi due amici d’infanzia, il goffo professore di letteratura Jacob e il cinico agente di borsa Frank, ottimamente interpretati da Philip Seymour Hoffman e da Barry Pepper.
 
Altra protagonista è senza dubbio la città di New York, ancora livida per le ferite di Ground Zero evidenziate dai tetri fasci di luce blu al posto delle Torri.
Giocano un ruolo importante le inquadrature mozzafiato del regista che mettono in risalto il vuoto e la cupezza di una città e un’intera nazione lacerate e vulnerabili.
 
Lee descrive una lucida e amara rivisitazione del Sogno Americano al contrario: Monty sembra il prodotto di una nazione corrotta e incattivita, capace di pensare solo al proprio tornaconto.
Non ci sono innocenti: nè il padre colpevole di cattive azioni in passato, nè la fidanzata Naturelle che si godeva il lusso ben conoscendo la provenienza dei soldi, e tantomeno i due amici Jacob e Frank.
L’ultimo raffigurato in nero come Monty – impressionanti i contrasti di colore di alcune riprese – colpevole almeno quanto lui per cinismo e opportunismo; troverà una catarsi aiutando l’amico spacciatore a prepararsi alla vita dura del carcere in una delle scene più forti e drammatiche del film.
 
Che cosa intendeva il regista per 25a ora? Si riferisce al momento nel quale il protagonista sogna un epilogo diverso da quello temuto e insinua il dubbio di un finale alternativo suggerito dal padre, anche se la scena immediatamente successiva pare un brusco risveglio alla realtà.
Un film capace di scuotere la coscienza e lasciare a bocca aperta sia per la storia che per la splendida regia, supportata magnificamente dalla fotografia di Rodrigo Prieto.
 
Per ovvie ragioni l’opera non è stata apprezzata da tutti: Spike Lee forse nella sua opera migliore ci regala una raffigurazione impietosa e quasi feroce di una New York post 11 settembre eppure non rassegnata, con una voglia di riscatto e un orgoglio nazionale mai così presenti.
 
Curiosità: La sequenza del monologo di Monty davanti allo specchio ricorda molto la celebre scena di Robert De Niro in Taxy Driver, anch’esso ambientato a New York.

Tags: , , , ;


Oppure lascia un tuo commento!