10 anni di film, e di colonne sonore! (Parte prima)

di 27 Nov 2011 in Speciale

La bellezza del cinema rispetto ad altre forme d’arte è che dà la possibità di colpirci o emozionarci attraverso vari canali.
Può essere la fotografia, l’abilità di regia, la recitazione degli attori; o la musica. Una bella colonna sonora rappresenta una componente fondamentale per accompagnarci e introdurci nelle emozioni ricercate nella storia.

Come si sono evolute negli anni, quali sono le musiche che sono rimaste più impresse e perchè magari non provare a ripercorrere un decennio di film attraverso le loro canzoni?
Parliamo degli anni ‘80, periodo molto denso e ricco sia dal punto cinematografico che musicale, e proviamo a descriverli anno per anno.
Ci sarà da fare molta selezione, e tanti meritevoli potrebbero non essere citati.

 
 

Shining

1980

Anno di grandi cambiamenti non sempre in positivo. L’elezione di Reagan, l’uccisione di John Lennon, e in contemporanea lo scioglimento dei Led Zeppelin, leggendario gruppo rock; tutto dava l’idea di un’epoca d’oro appena conclusa.

Nel cinema Stanley Kubrick si dedicò al genere horror e stupì ancora una volta con Shining, nel frattempo due giovani registi come Scorsese e Lynch confermeranno il loro talento con Toro Scatenato e The Elephant Man, unici nel loro genere.
Tra le nuove leve si fece notare anche un ispiratissimo John Landis allora 30enne con il leggendario The Blues Brothers, grazie anche alla strepitosa colonna sonora tra cui ricordiamo Everybody Needs Somebody to Love di Solomon Burke.
Ma non possiamo non citare anche le musiche di Saranno Famosi, serie di grande successo che trovò un ideale accompagnamento nelle hit di Irene Cara.
Se guardiamo in Italia invece viene in mente il Morricone di Un Sacco Bello, quel fischiettìo ipnotico che trasmette forse più di tutto il film. Malinconico, irriverente, scanzonato.

 
 

momenti di gloria

1981

Gli attentati al Papa e al presidente Reagan fanno da manifesto a un’annata ancora carica di tensioni.
Intanto Richard Gere conquista il palcoscenico con Ufficiale e Gentiluomo, e il regista John Carpenter stupisce il pubblico con 1997 Fuga da New York: una cupa opera visionaria che rivoluzionò il genere fantascientifico. Degno di nota anche il celebre tema musicale.

Bella anche la colonna sonora del film Arthur con protagonista Dudley Moore e la dolce hit Best that you can do. Ma non si possono dimenticare le musiche di Indiana Jones scritte dal grande John Williams, così come la celebre hit del compositore greco Vangelis Chariot of Fire presa dal titolo del film che da noi arrivò come Momenti di Gloria.

 
 

E.T l'extraterrestre

1982

Arrivano i Compat Disc della Sony, e Michael Jackson pubblica il suo album storico Thriller. In Italia nonostante lo scandalo scommesse vinciamo i Mondiali.
Arriva il mostriciattolo alieno E.T. di Spielberg che commuoverà tutti e supererà i 750 milioni di dollari di incasso. Film riuscitissimo e fantastica colonna sonora composta ancora una volta da John Williams.
Fa la sua apparizione Rambo, tra i primi film a evidenziare i malesseri e le ferite della guerra in Vietnam; parodiato da tutti forse anche per i seguiti un po’ imbarazzanti ma accompagnato dalla toccante It’s a long road di Jerry Goldsmith. ‘...It’s hard as hell – tell me what do you do to survive’.
Chi si ricorda di Phoebe Cates? Ora magari sono pochi eppure in quegli anni era molto celebre grazie alla hit dolce e sognante di Paradise, tratta dall’omonimo e pruriginoso film di cui era anche protagonista.
Indimenticabili anche la futuristica sigla d’apertura di Supercar che fa da controcampo al celebre tema musicale di Missing. Chi segue la Gialappa’s lo troverà molto familiare.

 
 

Scarface

1983

Continuano le tensioni tra America e Russia, e da noi non va molto meglio con l’elezione di Bottino Craxi alla Presidenza del Consiglio. Nascono gli Swatch che ci hanno ubriacato per anni e fanno la loro apparizione Madonna e i Red Hot Chili Peppers. Brian De Palma e Al Pacino in gran forma stupiranno pubblico e critica con Scarface, da noi invece sarà un successo Sapore di Sale. Uhm.

Al tempo stesso vedremo una generazione di giovani attori di talento in Il Grande Freddo: una malinconia post ‘68 ben espressa da Tom Berenger, Kevin Kline, William Hurt e Glenn Close nel perfetto spirito del tempo.
Balla che ti passa: saranno un gran successo le canzoni Far From Over tratto dal discutibile Staying Alive e la celebre What a Feeling tratta da Flashdance. Quante volte anche senza volerlo ci è capitato di vedere il video con i passi di Jennifer Beals in tutina colorata?

 
 

La Storia Infinita

1984

Ronald Reagan – “L’attore??” diranno in un famoso film l’anno seguente – viene eletto per la seconda volta. In Italia vince il nobel Carlo Rubbia e muore Enrico Berlinguer. Alle Olimpiadi brilleranno Carl Lewis e Michael Jordan, e milioni di persone si esalteranno all’ascolto di Born in the USA e di Purple Rain, opere manifesto di una decade multiforme firmate da Springsteen e Prince.
Escono due film da cui nasceranno delle saghe infinite: Nightmare che vedrà l’esordio di un adolescente Johnny Depp e Terminator del regista James Cameron.
Tra le tante colonne sonore che si possono citare scelgo la mitica Ghostbusters di Ray Parker Jr che vale metà film, e la sognante The Never Ending Story interpretata dal giovane cantante new wave Limahl che al tempo vantava uno scopettone bianco al posto dei capelli. Ma quante volte abbiamo sentito il tema principale di Beverly Hills Cop: vintage gustosi da risentire ancora oggi.

 
 

Ritorno al Futuro

1985

Un anno molto denso di musica e cinema.

Ma credo sia il caso di fermarmi qui e dividere l’articolo in due parti o si rischia di comporre un romanzo. Se voleste ascoltare la playlist di tutte le canzoni cliccate qui. Buon ascolto e alla prossima puntata!

 

Tags: , , , , , ;


Oppure lascia un tuo commento!